Cookies Alert



Questo Blog Contiene Cookies anche di terze parti su cui non si ha possibilità di operare. Te lo diciamo solo per romperti i coglioni, tanto l'alternativa sarebbe disdire internet e tornare al 1993.

martedì 19 luglio 2016

L'AMICO DELLA MORTE

1. MERITI E VIRTU'

Era un povero ragazzo, alto, magro, pallido, dai miti occhi neri, la fronte spaziosa e le mani più belle del mondo; molto malvestito, di portamento altero, di umore indefinibile...
Aveva diciannove anni e si chiamava Gil Gil. Gil Gil era figlio, nipote, pronipote, discendente, e Dio sa che altro, dei migliori ciabattini della capitale e, quando venne al mondo, provocò la morte di sua madre, Crispina Lopez, i cui genitori, nonni, bisavoli, e trisavoli avevano anch'essi onorato la medesima professione.

da L'AMICO DELLA MORTE di Pedro Antonio de Alarcòn




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...