Cookies Alert



Questo Blog Contiene Cookies anche di terze parti su cui non si ha possibilità di operare. Te lo diciamo solo per romperti i coglioni, tanto l'alternativa sarebbe disdire internet e tornare al 1993.

domenica 18 febbraio 2018

BEREN E LUTHIEN a cura di Christopher Tolkien

Prefazione

Dopo la pubblicazione del Silmarillion nel 1977 ho trascorso diversi anni a indagare la genesi dell'opera e ho scritto un libro intitolato The History o f the Silmarillion che in un secondo momento, e in una forma più sintetica, ha gettato le pasi per i primi volumi della History of Middle-earth.
Nel 1981 ho intrattenuto un lungo scambio epistolare con Rayner Unwin, direttore della Allen and Unwin, spiegandogli a cosa stavo lavorando da tempo. All'epoca, lo informai, il libro era lungo 1968 pagine e largo 40 cm, ovviamente impubblicabile. Su Questo Libro Postumo

da BEREN E LUTHIEN a cura di Christopher Tolkien


lunedì 12 febbraio 2018

IL MISTERO DI MARIE ROGET di Edgar Allan Poe

Es giebt eine Reihe idealischer Begebenheiten, die der Wirklichkeit parallel läuft. Selten failen sie zusammen. Menschen und ZAfalle modificiren gewnlich die idealische Begebenheit, so dass sie unvolikommen erscheint, und ibre Folgen gleichfalis unvollkommen sind. So bei der Reformation; statt des Protestantismus kam das Lutherthum hervor. C'è tutta una serie di eventi ideali che si svolgono parallelamente ad eventi reali. Raramente coincidono. Uomini e casi solitamente modificano la sequenza ideale degli eventi, così che essa appare imperfetta, e parimenti imperfette risultano le conseguenze. Così accadde con la Riforma; in luogo del Protestantesimo, venne il Luteranesimo. Novalis, Moralische Ansichten.

Sono pochi, anche fra i pensatori più pacati, coloro che non siano rimasti colpiti da una vaga e tuttavia inquietante semicredenza nel soprannaturale, indotta da coincidenze in apparenza di così straordinaria natura che l'intelletto non può accettarle come mere coincidenze. Simili sentimenti - giacché le semicredenze di cui parlo non posseggono mai il pieno vigore del pensiero - di rado vengono totalmente repressi se non si fa riferimento alla teoria del caso o, come si dice tecnicamente, al Calcolo delle Probabilità. Ora questo calcolo è, nella sua essenza, puramente matematico; e pertanto ci troviamo di fronte a questa anomalia, che la scienza più rigorosamente esatta viene applicata all'ombra e alla non-entità di quanto nella speculazione e meno tangibile. Continua

da RACCONTI DI ENIGMI di Edgar Allan Poe



venerdì 9 febbraio 2018

LE CABINE TELEFONICHE di Francesco Guccini

Credevo che fossero estinte. Un amico mi ha detto che invece ce ne sono ancora, perse però in angoli sconosciuti di sperduti villaggi di campagna o in remoti angoli periferici e crepuscolari delle grandi città.
Non ha specificato tuttavia sotto quale forma si presentano, se nella loro sobria bellezza anglosassone o come meri chioschetti coperti da un tettuccio di plastica, il tutto all'aperto, in bella vista.
Quando le cabine telefoniche apparvero, fui sommessamente felice. Eleganti, verniciate di rosso, piene di vetri, sembravano la copia delle loro sorelle viste in tanti film inglesi o americani. E noi niente? Le Cabine in Italia

da NUOVO DIZIONARIO DELLE COSE PERDUTE di Francesco Guccini



domenica 4 febbraio 2018

UNA PROFESSIONE DI MISCREDENZA di Howard Phillips Lovecraft

Come partecipante al Raduno dell'Esperienza indetto dal Liberal, in cui dei dilettanti sono invitati ad esporre le loro teorie intorno all'universo, devo premettere a tutte le mie osservazioni la riserva che esse non costituiscono necessariamente un'opinione immutabile. Chi cerca la verità unicamente per amore della verità non è vincolato a nessuno dei sistemi tradizionali, ma adatta le sue opinioni filosofiche a ciò che gli appare essere la migliore prova disponibile. Lovecraft contro il mondo

da XINAIAN di Howard Phillis Lovecraft



giovedì 1 febbraio 2018

CAESAR di Max Gallo

Prologo
Andiamo dove ci chiamano i segni degli dèi
e l'ingiustizia dei nostri nemici! Alea jacta est!

Il proconsole Caio Giulio Cesare percorre le strade di Ravenna, trattenendo con le braccia conserte i lembi della toga sollevata dal vento gelido della notte invernale. Ode i mormorii dei centurioni della sua XIII legione che lo seguono a qualche passo di distanza. Asinio Pollione, un giovane dai capelli ricci in cui ripone completa fiducia, cammina a suo fianco. Cesare si ferma ai limiti dei pascoli che circondano la città.
L'erba è piegata dalle raffiche di vento, e al limite di quella morbida distesa in movimento si scorgono le brevi onde grigie dell'Adriatico. Una Biografia

da CAESAR di Max Gallo




venerdì 26 gennaio 2018

INTERVISTA A WAU HOLLAND di Chaos Computer Club, Amburgo 1990

Nel 1981 ci fu a Berlino un incontro di diverse persone nelle sale di un giornale "Die Tageszeitung". Fu li che si incominciò a parlare delle possibilità del computer e devo dire che ne uscimmo entusiasti.. Ad esempio si vide che c'era la possibilità di riuscire a determinare con esattezza il consumo di energia elettrica di una città come Berlino oppure fare un censimento delle case sfitte e distribuire questi dati al movimento delle occupazioni. In sostanza si capì che chi ha il potere in questa società trae parte di questo potere dall'elaborazione dei dati e che non solo la polizia o il potere potevano utilizzare le banche dati ma che anche noi potevamo farlo. Su Wikipedia

da CYBERPUNK Antologia di AA VV





martedì 23 gennaio 2018

L'IDROLITINA di Francesco Guccini

In uno degli ineffabili esempi di pubblicità che potremmo definire preindustriali, un oste discorreva col proprio vino in trofette poetiche che, imparate da bambino, sono rimaste indelebili nella mia memoria (e non solo nella mia) da allora. Faceva la poesiola

Diceva l’oste al vino,
tu mi diventi vecchio,
ti voglio maritare
con l’acqua del mio secchio!
rispose il vino all’oste,
fai le pubblicazioni!
Sposo l’Idrolitina
del Cavalier Gazzoni!


da NUOVO DIZIONARIO DELLE COSE PERDUTE di Francesco Guccini



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...