Cookies Alert



Questo Blog Contiene Cookies anche di terze parti su cui non si ha possibilità di operare. Te lo diciamo solo per romperti i coglioni, tanto l'alternativa sarebbe disdire internet e tornare al 1993.

Sound Of Kostia

Loading...

giovedì 31 ottobre 2013

L'ASTRONAVE NEMICA

Il generale Thomas Groves scrutò, cupo, le carte appese alla parete. La sottile linea nera, l'anello d'acciaio attorno a Ganimede, c'era ancora. Aspettò un attimo, cullando una vaga speranza, ma la linea non scomparve. Alla fine Groves girò sui tacchi e uscì dalla sala carte, passando tra le file di scrivanie.
Sulla porta  lo fermò il magggiore Siller. -Cosa c'è sinore? Nessun cambiamento nella guerra?-
-Nessuno-
-Cosa faremo?-
-Ci arrenderemo. Accetteremo le loro condizioni. Non possiamo permettere che la guerra si trascini per un altro mese. Lo sanno tutti. Lo sano loro.

da  LE PRESENZE INVISIBILI di Philip Kindred Dick Una scheda del Libro

domenica 27 ottobre 2013

L'ERA HYBORIANA

Di quell'epoca, conosciuta dai cronisti nemediani come il Pre-cataclisma, si sa poco, salvo per ultima parte, e anche questa è velata dalla nebbia della leggenda. La storia conosciuta comincia con l'eclissarsi della civiltà pre-cataclismica, dominata dai regli di Valusia, Verulia, Grondar, Thule e Commoria. Questi popoli parlavano tutti linque simili e vantavano una comune origine. C'erano altri regni, ugualmente civilizzati, ma abitati da razze diverse e all'apparenza più antiche. Condensato da l'Era Hyboriana

da IL CICLO DI CONAN di Robert Ervin Howard

sabato 26 ottobre 2013

L'IDIOMA ANALITICO DI JOHN WILKINS

Ho comprovato che la quattordicesima edizione della Encyclopaedia Britannica sopprime l'articolo dedicato a John Wilkins. L'omissione è giusta, se si ricorda la futilità dell'articolo (venti righe di mere circostanze biografiche: Wilkins nacque nel 1614, morì nel 1672, fu cappellano di Carlo Luigi, principe palatino; Wilkins fu nominato rettore di un collegio di Oxford, fu il primo segretario della Reale Società di Londra, ecc.); è colpevole, se si considera l'opera speculativa di Wilkins. Leggilo Tutto

da ALTRE INQUISIZIONI di Jorge Luis Borges

venerdì 25 ottobre 2013

LA CADUTA DEI GIGANTI

1
22Giugno 1911

Lo stesso giorno in cui Giorgio V fu incoronato nell'abbazia di Westminster a Londra, Billy Williams scese per la prima volta in miniera, ad Aberowen, nel Galles meridionale.
Era il 22 giugno 1911, e Billy compiva tredici anni. Fu suo padre a svegliarlo con la solita tecnica, efficace ma non molto delicata: gli diede alcuni schiaffetti decisi e insistenti sulla guancia. Il ragazzo immerso in un sonno profondo, dapprima cercò di ignorarli, ma avvertì un moto di rabbia quando continuarono implacabili. Poi ricordò che doveva, anzi voleva, alzarsi, così aprì gli occhi e scattò a sedere. Leggi Ancora

da LA CADUTA DEI GIGANTI di Ken Follett

giovedì 24 ottobre 2013

I SAMURAI

Introduzione

Il 25 novembre 1970 lo scrittore Yukio Mishima (1925-70) entra negli uffici del Comando Militare di Tokyo, cerca di sequestrare un generale ma l'impresa fallisce; Mushima allora si inginocchia ed estratto un pugnale si taglia lentamente il ventre mentre un suo compagno gli tronca di netto la testa con un colpo di katana. Si tratta di un suicidio eseguito ritualmente secondo la tecnica dei samurai, il seppuku, detto anche hara-kiri.

da I SAMURAI di Alida Alabiso - Guarda il documentario

martedì 22 ottobre 2013

LO STAGNO DEI NEGRI

Per l'Occidente, sconosciuto all'uomo,
Salparon navi dagli albor del mondo.
Leggi, se t'osi, ciò che Skelos scrisse
Strusciando sete con le morte dita;
Segui le navi a naufragar col vento...
Segui le navi che non fan ritorno.

1.
Sancha, un tempo della Koldava, sbadigliò con grazia, stiracchiò lascivamente il corpo flessuoso e si sistemò in una posizione più confortevole sulle sete frangiate d'ermellino stese sul ponte poppiero della caracca. La ragazza si rendeva pigramente conto delle vampate di interesse che suscitava nell'equipaggio sulla tolda e sul castello di prua, e del fatto che la corta gonna di seta nascondeva ben poco delle sue forme voluttose a quegli sguardi avidi. Perciò sorrise con aria insolente e si preparò a cogliere ancora qualche strizzatina d'occhio prima che il sole, che stava appena spingendo fuori dall'oceano il suo disco dorato, la abbagliasse.
Leggi altri Brani del Racconto

da IL CICLO DI CONAN di Robert Erwin Howard

domenica 20 ottobre 2013

PASCAL

I miei amici mi dicono che i pensieri di Pascal servono loro per pensare. Certo, non v'è cosa nell'universo che non serva di stimolo al pensiero; quanto a me, non ho mai visto in quei memorabili frammenti un contributo ai problemi, illusori o veri, che affrontano. Li ho visti piuttosto come predicati del soggetto Pascal, come caratteristiche o epiteti di Pascal. Citazioni da Pascal

da ALTRE INQUISIZIONI di Jorge Luis Borges.

sabato 19 ottobre 2013

STORIA DELL'INQUISIZIONE

Introduzione

E' questo forse il tema più controverso e scottante di tutta la storia del cristianesimo, una specie di "scheletro nell'armadio" della Chiesa cattolica; qualcosa che, sebbene scomparsa da secoli, fa ancora discutere e accende passioni. Il nome stesso è passato nel linguaggio comune a indicare fanatismo, intolleranza e oppressione del pensiero. La stessa parola "Inquisizione" evoca, nella mente dei più, cupe immagini di monaci sanguinanti, di torture, di roghi di presunte streghe, di efferatezze spietate ai danni di poveri cristi colpevoli solo di mettere in dubbio o addirittura di osar contestare lo strapotere della Chiesa sulle coscienze.
Cronologia dell'Inquisizione

da STORIA DELL'INQUISIZIONE di Rino Camilleri


venerdì 18 ottobre 2013

STRANO EDEN

Il capitano Johnson fu il primo a scendere dalla nave. Studiò le grandi distese di foreste del pianeta, i chilometri di verde che davano fastidio agli occhi. Il cielo di un azzurro purissimo. Oltre gli alberi, le rive di un oceano che aveva quasi lo stesso colore del cielo, a parte una ribollente superficie di alghe dalle tonalità incredibilmente vivide, tanto da tingere di viola l'azzurrro. Il caso dello Skorpio

da LE PRESENZE INVISIBILI vol 2 di Philip Kindred Dick

mercoledì 16 ottobre 2013

IL BEHEMOTH

Quattro secoli prima dell'era cristiana, Behemoth era un ingrandimento dell'elefante o dell'ippopotamo, o una scorretta e impaurita versione di questi due animali, adessoè, esattamente , i dieci versetti famosi che lo descrivono (Giobbe 40, 10-19) e la vasta forma che evocano. Il resto è diverbio o filologia. Leggilo tutto

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges

martedì 15 ottobre 2013

L'ATTRAZIONE DEL VUOTO

Si narra di persone che, affacciate su un abisso profondissimo o da un'altissima torre, provano un senso di "attrazione del vuoto".
Forse il pensiero che un atto tanto semplice e tanto grave, quale è il buttarsi giù, dipende da un loro piccolissimo gesto, sicché il farlo o non farlo è soltanto attaccato all'esile filo della loro volontà, riempie questi signori - spero che non sieno molti, in verità - d'un tale timore di "indursi a buttarsi giù", di non riuscire ad evitare un atto gravissimo il quale dipende unicamente da essi stessi, che finiscono con l'esser presi dal capogiro e col precipitarsi nel vuoto. Leggilo Tutto

da ASPARAGI E IMMORTALITA' DELL'ANIMA di Achille Campanile

IL SISTEMA POLITICO AMERICANO

Introduzione

Il sistema politico americano, per la sua originaria concezione e per il modo in cui si è andato  configurando nel tempo, rappresenta un duplice miracolo: in primo luogo perché la Costituzione del Stati Uniti del 1787 é tuttora la Magna Charta di quello Stato e la legge fondamentale di una nazione continentale di 263 milioni di abitanti di origini, culture, religioni, razze ed etnie diversissime; e poi il fatto di essere divenuto prototipo di un modello democratico di Stato funzionante e di società libera a cui altri paesi si sono spesso richiamati in diverse regioni del mondo.
L'ordinamento degli USA

da IL SISTEMA POLITICO AMERICANO di Massimo Teodori

lunedì 14 ottobre 2013

IL LEONE, LA STREGA E L'ARMADIO

Lucy entra nell'armadio

C'erano una volta quattro bambini che si chiamavano Peter, Susan, Edmund e Lucy. Vivevano a Londra ma, durante la seconda guerra mondiale, furono costreyyi ad abbandonare lla città per via de bombardamenti aerei. Furono mandati in casa di un vecchio professore che abitava nel cuore della campagna, a poco meno di venti chilometri dalla più vicina stazione ferroviaria e a tre chilometri e mezzo dall'ufficio postale. Il professore non aveva moglie: alla sua casa badava la signora Macready, la governante, aiutata da tre cameriere che si chiamavano Ivy, Margaret e Betty (ma nella nostra storia centrano poco). Leggilo Tutto

da LE CRONACHE DI NARNIA di Clive Staples Lewis

sabato 12 ottobre 2013

DAL PARRUCCHIERE

Mezzo abbagliato dal sole dell'accecante pomeriggio estivo, s'affaccia nella bottega del barbiere tenuta in penombra. Sta per ritirarsi, vedendo che c'è da aspettare, ma uno dei barbieri, mentre lavora di forbici alla testa d'un cliente, gli dice: -S'accomodi-.
Pensando che quel barbiere stia per finire, Piero si mette a sedere, apre un giornale.
Leggilo Tutto

da ASPARAGI E IMMORTALITA' DELL'ANIMA di Achille Campanile

venerdì 11 ottobre 2013

IL BASILISCO

Nel corso degli evi il basilisco si modifica fino alla bruttezza e all'orrore, e adesso se ne sta perdendo il ricordo. Il suo nome significa piccolo re; per Plinio (VIII, 33), il basilisco era un serpente che aveva sulla testa una macchia chiara in forma di corona. A partire dal medioevo è un gallo quadrupede e coronato, dal piumaggio giallo, con grandi ali spinose e una coda di serpente che può terminare a uncino o in un'altra testa di gallo. Altri brani sul Basilisco

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges

giovedì 10 ottobre 2013

STORIA DEI NERI D'AMERICA

1. L'ombra della "Nothingness"

Da qualche tempo è di scena a Broadway - ed è prevedibile il consueto record di repliche che copre di solito un ampio arco di anni - un musical nuovo di zecca che sembra aver ricondotto la scena di Tin Pan Alley agli antichi splendori, di recente offuscati da una dura drammatica crisi. Lo spettacolo - tutto costruito sulla gloriosa avventura del tip tap - si intitola Bring in 'da Noise Bring in 'da Funk, è stato ideato da Savion Glover e George Wolfe e in due ore circa di rappresentazione ripercorre, con forti scansioni ritmiche dovute alla musica e alle naturali azioni percussive dei piedi, la storia della schiavitù dei neri d'America, attraverso le tappe fondamentali del suo drammatico evolversi, dalla servitù alla schiavitù, fino all'integrazione, un approdo ancora provvisorio e precario , se è vero che ancora tanti episodi di intolleranza razziale paiono dominare in quel paese, specialmente negli Stati del Sud.
Storia ed evoluzione dei Neri d'America

da STORIA DEI NERI D?AMERICA di Walter Mauro

martedì 8 ottobre 2013

LA COSA PADRE

-La cena è pronta- annunciò in tono perentorio la signora Walton. -Vai a chiamare tuo padre e digli di lavarsi le mani. lo stesso vale per te, giovanotto. -Posò una zuppiera fumante in mezzo alla tavola ben apparecchiata.-Lo troverai in garage.-
Charles esitò. Aveva otto anni, e il problema che doveva affrontare avrebbe messo in crisi anche Hillel. La trama del racconto

da LE PRESENZE INVISIBILI vol 2 di Philip Kindred Dick

domenica 6 ottobre 2013

IL "BIATHANATOS"

A De Quincey (col quale il mio debito è così grande che specificarne una parte sembra ripudiare o tacere le altre) debbo la mia prima notizia del Biathanatos. Questo trattato fu composto al principio del secolo XVII del grande poeta John Donne, che lasciò il manoscritto a Sir Robert Carr, senz'altro divieto che quello di darlo "alla stampa o al fuoco". Leggine un'altro brano

da ALTRE INQUISIZIONI di Jorge Luis Borges

LE GUERRE DELL'ITALIA UNITA

Introduzione

Gli eventi narrati in questo volume smentiscono la ben nota nomea che l'Italia si è fatta all'estero, nel corso dell'età contemporanea, di paese imbelle dal punto di vista militare, dotato di eserciti-burletta e di soldati scalcinati, privo di tradizione militare e incapace di qualsiasi impresa bellica. "Gli italiani non si battono", si racconta avesse detto il generale Oudinot prima di attaccare la Repubblica romana, ovvero prima di un assedio che gli sarebbe costato tanto sudore e altrettanto sangue.
Cronologia dell''Unità d'Italia

da LE GUERRE DELL'ITALIA UNITA di Andrea Frediani

venerdì 4 ottobre 2013

L'ESPLORAZIONE DELLO SPAZIO

Il 4 Ottobre 1957 avviene il lancio, da parte dell'Unione Sovietica, dello Sputnik: il primo satellite artificiale della Terra. Ha così ufficialmente inizio l'esplorazione dello spazio attraverso una gara tra Unione Sovietica e Stati Uniti che vede una rapida successione di satelliti sempre più pesanti e complessi fino a giungere, il 12 aprile 1961, al lancio del primo uomo nello spazio, il russo Jurij Gagarin. Le Basi Teoriche

da L'ESPLORAZIONE DELLO SPAZIO di Luigi Balis Crema e Antonio Castellani

giovedì 3 ottobre 2013

L'OMBRA CHE SCIVOLA

1.
Ondate di calore vibravano sul deserto. Conan il cimmero osservò quella distesa desolata e involontariamente si passò il dorso della mano sulle labbra annerite. Stava ritto fra le dune sabbiose come una statua di bronzo apparentemente insensibile al sole omicida, anche se indossava soltanto un perizoma di seta sorretto da un'ampia cintura col fermaglio d'oro, dalla quale pendevano una sciabola e un pugnale a lama larga. Sulle membra ben proporzionate erano evidenti i segni di ferite non completamente rimarginate.
Conan La Leggenda - Ebook Free

da IL CICLO DI CONAN di Robert Ervin Howard

mercoledì 2 ottobre 2013

BALDANDERS

Baldanders (il cui nome possiamo tradurre con Già diverso o Già altro) fu suggerito al maestro calzolaio Hans Sachs, di Norimberga, da quel passo dell'Odissea in cui Menelao insegue il dio egizio Proteo che si trasforma in leone, in serpente, in pantera, in uno smisurato cinghiale, in un albero e in acqua. Hans Sachs morì nel 1576; novant'anni dopo, Baldanders risorge nel sesto libro della novella fantastico-picaresca di Grimmelshauser, Simplicius Simplicissimus.

Leggilo Tutto

martedì 1 ottobre 2013

GLI ACCOLITI DEL CERCHIO NERO

1.
Il Re del Vendhya stava morendo. Per tutta la notte afosa e soffocante, suonarono i gong e rimbombarono le conche absidali del tempio. Il loro clamore non era che una debole eco nella stanza dalla cupola d'oro in cui Bhunda Chand lottava contro la morte sui cuscini di velluto.
La sua pelle era imperlata di sudore; le sue dita torcevano la stoffa ricamata d'oro della veste. Era giovane; nessuna lancia l'aveva sfiorato, nessun veleno era scivolato nel suo vino. Eppure, le vene pulsavano come corde azzurre in prossimità delle tempie, e gli occhi erano dilatati per l'avvicinarsi della morte. Uno Scheletro in Libreria

da IL CICLO DI CONAN di Robert Ervin Howard

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...