Cookies Alert



Questo Blog Contiene Cookies anche di terze parti su cui non si ha possibilità di operare. Te lo diciamo solo per romperti i coglioni, tanto l'alternativa sarebbe disdire internet e tornare al 1993.

Sound Of Kostia

Loading...

venerdì 31 marzo 2017

PRINCIPIO D'APRILE O FINE MARZO di Thomas Michael Disch

Una normale tazza da caffé. Il manico, per una pretesa di eleganza, era esageratamente piccolo. Un lieve e impalpabile velo di zucchero in polvere caduto dai biscottini Hostess sulla punta delle dita. Sulla superficie scura del caffé poteva vedere il riflesso della lampada fluorescente che aveva sopra la testa, un cerchio luminoso tremolante, spezzato in un punto soltanto. Quando si sarebbe alzato dal tavolo tavolo avrebbe baciato la moglie. Calcolo Della Pasqua

da LA SIGNORA DEGLI SCARAFAGGI di Thomas Michael Disch




domenica 26 marzo 2017

VESPA di Valerio Boni

Le prime Vespa arrivate sulle strade italiane furono accolte da molti sorrisi ironici, anche se il momento economico non era dei più allegri. La seconda guerra mondiale era ufficialmente finita da meno di un anno, e le nuove proposte fuori dai canoni classici non erano accolte con lo spirito di oggi. Così non mancarono pronostici di vita molto breve per un veicolo tanto strano. La Storia

da VESPA di Valerio Boni


sabato 25 marzo 2017

IL MANOSCRITTO DI BRODIE di Jorge Luis Borges

In un esemplare del primo volume delle Mille e una notte (Londra 1840) di Lane, procuratomi dal mio caro amico Paulino Keins, scoprimmo il manoscritto che adesso tradurrò in spagnolo. L'elegante calligrafia - un'arte che le macchine da scrivere ci stanno insegnando a perdere - fa supporre che sia stato redatto intorno a quella stessa data. Lane prodigò, come si sa, le estese note esplicative; i margini abbondano di postille, punti interrogativi e a volte correzioni, la cui grafia è la stessa del manoscritto Continua

da IL MANOSCRITTO DI BRODIE di Jorge Luis Borges



domenica 19 marzo 2017

IL ROMANZO DELLA POLVERE BIANCA di Arthur Machen

Mi chiamo Leicester; mio padre il generale Wyn Leicester, un raffinato ufficiale di artiglieria, morì cinque anni orsono in seguito a una complicata malattia di fegato contratta nel clima insalubre dell'India. Un anno dopo Francis, il mio unico fratello, ritornò a casa dopo una carriera universitaria eccezionalmente brillante e si stabilì a Londra, fermamente deciso a impadronirsi di ciò che giustamente è stato definito il grandioso mito della legge. Una Recensione

da LA PIRAMIDE DI FUOCO di Arthur Machen



lunedì 13 marzo 2017

LO STRANO CASO DELLE PALLE DI TOPO di Umberto Eco

Con la posta elettronica, che permette di girare un messaggio a moltissimi indirizzi in un colpo solo (e invitare ciascun destinatario a fare altrettanto, dando così vita alle più grandi catene di S.Antonio della storia) si è diffuso un altro simpatico vezzo accademico, lo scambio di facezie, dalla barzelletta nuda e cruda al giochino linguistico più sofisticato. Non si può più raccontare una storiella a un collega che quello ti risponde che l'ha già ricevuta per e-mail. Nelle ultime settimane i più severi studiosi della penisola sono stati coinvolti nella faccenda delle palle del topo. Continua

da LA BUSTINA DI MINERVA di Umberto Eco



sabato 11 marzo 2017

LA STORIA vol. 11 Risorgimento e Rivoluzioni Nazionali

IL SECOLO DELLE NAZIONALITA': IL QUADRO STORICO

1. Nazioni, rivoluzioni, guerre d'indipendenza e guerre civili.

Quando l'insurrezione del 1830, in soli tre giorni (Les Trois Glorieuses) e praticamente nella sola Parigi, spazzò via ciò che rimaneva dell'antico regime borbonico, inaugurando la monarchia costituzionale di Filippo d'Orleans, apparve chiaramente agli occhi dell'intera Europa quanto in realtà superficiale ed effimera fosse stata in Francia la Restaurazione; e la nazione francese, che era nata attraverso i travagli di lotte sanguinose dell'età napoleonica, riapparve sulla scena del mondo, primo grande Stato nazionale moderno accanto alla Gran Bretagna. Il Contesto Storico

da LA STORIA vol.11 di Autori Vari






giovedì 9 marzo 2017

CROCI, CAPITELLI, CAMPANE di Dino Coltro

La croce è, con le giaculatorie - invocazioni a Dio e ai santi - il simbolo più potente contro tutte le manifestazioni demoniache e le stregonerie. Basta segnarse, fare il segno della Croce perché un cristiano si senta liberato da ogni influenza maligna. In qualche famiglia appendevano forbici aperte a croce sopra la culla dei neonati poiché non avevano un crocefisso. Giaculatorie

da GNOMI, ANGUANE E BASILISCHI di Dino Coltro



martedì 7 marzo 2017

L'AUTORADIO di Francesco Guccini

Nei primi anni Settanta, in una notte d'estate, percorrevamo, un amico ed io, la Strada Statale 64 - la Porrettana -, diretti dall'Appennino verso Bologna. Il mio amico era al volante, io sonnecchiavo di fianco. Improvvisamente lui disse, con voce concitata:-Ma dov'è finito?-
-Dov'è finito chi?- chiesi risvegliandomi.
-Quello che era davanti a noi. Vedevo i fanalini rossi degli stop, e poi a un certo punto non li ho più visti.-
-Avrà accelerato- replicai.
-No no, dev'essere successo qualcosa.- Fermò la macchina e scendemmo. Continua

da NUOVO DIZIONARIO DELLE COSE PERDUTE di Francesco Guccini





sabato 4 marzo 2017

RICORDO DI UN POETA di Dino Buzzati

Ero già un bambino completamente formato di fuori e di dentro, durante la notte facevo ormai dei sogni complicati e terribili, di giorno poi partivo per le grandi avventure, galoppando per esempio sul cavallo a dondolo con la lancia, la spada, la corazza, via per il deserto, invincibile principe indiano, oppure scavando nel fienile, sotto il culmine del tetto, misteriosi cunicoli che portavano alla stanza segreta del tesoro. Già ero insomma un bambino scatenato e fantastico. Ma lui non era ancora nato.
Letture Di Gruppo

da LA BOUTIQUE DEL MISTERO di Dino Buzzati



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...