Cookies Alert



Questo Blog Contiene Cookies anche di terze parti su cui non si ha possibilità di operare. Te lo diciamo solo per romperti i coglioni, tanto l'alternativa sarebbe disdire internet e tornare al 1993.

Sound Of Kostia

Loading...

lunedì 28 luglio 2014

LO SCOGLIO

Un amico siciliano mi aveva detto che molti anni fa, nell'isola di Lipari, un vecchio signore si era trasformato in uno scoglio.
La cosa non mi aveva esageratamente stupito, dato l'aspetto di quelle rupi marine.
In breve, la storia che l'amico mi aveva raccontato, di terza o quarta mano, era questa:
Viveva nel secolo scorso, a Messina, un signore che possedeva una piccola flottiglia di barche da pesca. Suo figlio unico, ancora giovanotto, fu preso dall'amore del mare e spesso usciva con i pescherecci del padre, il quale ne era insieme orgoglioso e preoccupato.

da LE NOTTI DIFFICILI di Dino Buzzati

Ferruccio De Bortoli su Buzzati


domenica 27 luglio 2014

HUNGER GAMES LA RAGAZZA DI FUOCO

Capitolo 1

Stringo il thermos tra le mani, anche se il calore del tè si è ormai dissolto nell'aria gelida. I miei muscoli sono contratti per combattere il freddo. Se in questo momento comparisse una muta di cani selvatici, le probabilità di riuscire ad arrampicarmi su un albero non sarebbero a mio favore. Dovrei alzarmi, muovermi, massaggiarmi le membra irrigidite. E invece rimango seduta, immobile come il masso che sta sotto di me, mentre l'alba comincia a rischiarare i boschi. Leggi Ancora

da HUNGER GAMES - LA RAGAZZA DI FUOCO di Suzanne Collins


sabato 26 luglio 2014

IL FREDDO

In una gelida mattina di febbraio, Guglielmo I. e Roberto F., villici entrambi, fecero il loro solenne ingresso in Milano, provenienti dalla natia Brianza. Del fatto, al lume della storia assolutamente secondario, non metterebbe conto di far cenno, malgrado il pregio dell'esser vero, se, mentre Roberto aveva alcune commissioni da sbrigare, Guglielmo non avesse portato seco un enorme gallo di nome Pippo ch'egli intendeva vendere. Ed è soltanto riferendoci alla presenza del grosso pennuto che abbiamo parlato di solennità dell'arrivo. Continua

da ASPARAGI E IMMORTALITA' DELL'ANIMA di Achille Campanile


giovedì 24 luglio 2014

IL GRIFONE

-Mostri alati- definisce i grifoni Erodoto, nel dare notizia della loro continua guerra con gli Arimaspi; quasi altrettanto impreciso è Plinio, che accenna solo alle lunghe orecchie e al becco ricurvo di questi -uccelli favolosi- (X, 70). Forse la descrizione più dettagliata è quella del problematico sir John Mandeville, nel capitolo 85 dei suoi famosi Viaggi: Il Golem e Il Grifone

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges


lunedì 21 luglio 2014

EQUIVALENZA

A un certo punto il famoso clinico, nella camera del malato, fece un minuscolo cenno alla moglie del malato e con un dolce sorriso si avviò alla porta. La signora intuì. Come furono nel corridoio, il clinico assunse un volto di assoluta circostanza, profondamente umano e comprensivo. Si schiarì la voce. -Signora,- disse -è mio imprenscindibile dovere ahimè, farle presente... suo marito...- -E' grave?-
Aforismi nella Medicina

 da LE NOTTI DIFFICILI di Dino Buzzati

sabato 19 luglio 2014

CANAAN NERO

1.

Guai sul Tularoosa! Un avvertimento che  fa scorrere un freddo brivido di paura lungo la spina dorsale a chiunque sia cresciuto in quel desolato e solitario territorio chiamato Canaan, che si trova fra il torrente Tularoosa e il Fiume Nero, inducendolo - ovunque l'avesse raggiunto il messeggio - a tornare in tutta fretta in quella regione circondata  dalle paludi.

da IL CICLO DI KIRBY BUCHNER di Robert Ervin Howard


ANCORA SULLA SINAGOGA DI SATANA

Il professor Pietro de Leo, che io in particolare ammiro per un bellissimo studio sui falsi medievali, scrisse a L'Espresso che nella ultima Bustina sulla "Sinagoga di Satana" io avrei attribuito l'espressione alla pubblicistica reazionaria dell'Ottocento, o al massimo ad alcune polemiche patristiche e medievali, mentre essa proviene dall'Apocalisse di Giovanni, 2:9. E' Vero. Continua

da LA BUSTINA DI MINERVA di Umberto Eco


sabato 5 luglio 2014

SOLOMON KANE TORNA A CASA

Ruotavano i gabbiani sugli scogli,
l'aria di spuma candida era invasa,
gemevano i marosi sulla spiaggia,
quando Solomon Kane tornò a casa.
Rapito, nel silenzio camminava,
tornato a Devon e al suo villaggio;
come spettro risorto contemplava
viottoli e strade in fine del suo viaggio.

Una Recensione

da IL CICLO DI SOLOMON KANE di Robert Ervin Howard


mercoledì 2 luglio 2014

IL GOLEM

Niente di casuale possiamo ammettere in un libro dettato da un'intelligenza divina: neppure il numero delle parole o l'ordine dei segni. Così l'intesero i cabalisti, e si dettero a contare, combinare e permutare le lettere della Sacra Scrittura, spinti dall'ansia di penetrare gli arcani di Dio. Dante, nel secolo XIII, dichiarò che ogni passo della Bibbia ha quattro sensi: il letterale, l'allegorico, il morale e l'analogico. L'Esegeta di Kafka

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...