Cookies Alert



Questo Blog Contiene Cookies anche di terze parti su cui non si ha possibilità di operare. Te lo diciamo solo per romperti i coglioni, tanto l'alternativa sarebbe disdire internet e tornare al 1993.

Sound Of Kostia

Loading...

sabato 28 giugno 2014

SOLITUDINI

La Parete

Non era ancora giorno quando partimmo, il vecchio Stratzinger, guida alpina e ottimo amico, mio fratello Adriano e io, per fare la parete sud-est della Ota Muragli nelle Alpi Oniriche.
Come è caratteristico di quel gruppo, si tratta di una gigantesca muraglia mista di ghiaccio, roccia, sabbia, terra, vegetazione e infissi artificiali. Continua

da LE NOTTI DIFFICILI di Dino Buzzati


lunedì 23 giugno 2014

IL TELEFONO

La prima sera che fu adibito a custodire il deposito, Tommaso fece la sua ispezione e poi, destreggiandosi fra i molti apparecchi, raggiunse la brandina a lui destinata e si mise a dormire.
Fu verso l'una del mattino che lo svegliò un odorino di bruciato. Accidenti, pensò, qualcosa brucia.
Saltò a terra. Un filo di fumo usciva dalla cornice alta d'una parete, sotto cui presumibilmente passava l'impianto elettrico. Leggi Ancora

da ASPARAGI E IMMORTALITA' DELL'ANIMA  di Achille Campanile


domenica 22 giugno 2014

MECCANISMO DI RICORDO

L'analista disse:- Sono Humphrys, la persona che lei è venuto a trovare.- Sul viso del paziente c'erano paura e ostilità, così Humphrys aggiunse:- Potrei raccontarle una barzelletta sugli analisti. La farebbe sentire meglio? Oppure potrei ricordarle che a pagare é il Servizio Sanitario Nazionale. Lei non sborserà un cent. Oppure potrei citarle il caso dello psicanalista Y, che l'anno scorso si è suicidato a causa di un accumulo di ansia provocato da una dichiarazione dei redditi fraudolenta.- Continua

da LE PRESENZE INVISIBILI di Philip Kindred Dick


sabato 21 giugno 2014

I RE DELLE TENEBRE

Il Cesare dormiva sul suo trono d'avorio...
E vennero le ferree sue legioni
a sconfiggere un Re in una terra ignota
e una razza senza nome
Il Canto di Bran

1.
Il pugnale si abbassò in un lampo d'acciaio. Un grido convulso terminò in un singulto. La figura sul rozzo altare si contorae, poi restò immobile. La selce acuminata penetrò nel petto insanguinato, e sottili dita macchiate di bruno strapparono il cuore ancora palpitante. Sotto le irsute sopracciglia bianche, gli occhi acuti brillavano ardenti e feroci. Leggine Ancora

da IL CICLO CELTA di Robert Ervin Howard


venerdì 20 giugno 2014

TORNANDO A CASA

-Perdio- boccheggiò, rosso in viso e stravolto per l'eccitazione, Parkhurst. -Venite qui, ragazzi. Guardate!-
Si raccolsero attorno allo schermo d'osservazione.
-Eccola lì- disse Barton. Il cuore gli batteva in modo strano. -Certo é magnifica.
-Mi venga un colpo se non è magnifica- convenne Leon. Tremava,-Ehi, riesco a distinguere New York.
-Col Cavolo che ci riesci.
-Ti dico di sì! Il grigio. In riva all'acqua.
-Quelli non sono nemmeno gli Stati Uniti. La stiamo vedendo capovolta. Quella è il Siam.
Sulle Tracce di PK Dick

da LE PRESENZE INVISIBILI di Philip Kindred Dick.


giovedì 19 giugno 2014

SINAGOGA DI SATANA E PROTOCOLLI DEI SAVI DI SION

Provo grande ammirazione per il cardinal Pappalardo, e per la sua nobile e appassionata crociata. Ritengo che, nel lanciare il suo anatema contro i criminali, egli abbia usato l'espressione Sinagoga di Satana come frase fatta a cui evidentemente attribuiva efficacia retorica. Ma la gaffe rimane, ed è naturale che la comunitò ebraica italiana si sia risentita. Leggilo Tutto

da LA BUSTINA DI MINERVA di Umberto Eco


mercoledì 18 giugno 2014

JOHN CARTER DI MARTE

Premessa

Ai lettori di quest'opera

Nel presentarvi in forma di libro lo strano manoscritto del Capitano Carter, credo che alcune parole sulla sua eccezionale personalità possano risultare di qualche interesse.
Il mio primo ricordo del Capitano Carter risale all'epoca in cui per alcuni mesi fu ospite della casa di mio padre in Virginia, poco prima che scoppiasse la Guerra di Secessione. Ero un bambino di cinque anni, allora, ma ricordo perfettamente quell'uomo alto, atletico , il volto liscio e la pelle scura, che io chiamavo Zio Jack. Continua

JOHN CARTER DI MARTE di Edgar Rice Burrougs


domenica 15 giugno 2014

LE MINIERE ARTIFICIALI

- Giorgio Blak fu un benemerito del suo paese, signori. E' bene dirlo subito e forte, per sventare le voci calunniose messe in giro su suo conto da malevoli e invidiosi.
Ciò detto, Alfredo O'Connell dette un pugno sulla tavola, ottenendo il risultato di risvegliarci di colpo.
-Insomma,-chiese qualcuno di noi -che cosa fece Giorgio Blak?- Continua

da ASPARAGI E IMMORTALITA' DELL'ANIMA di Achille Campanile


venerdì 13 giugno 2014

GARUDA

Visnù, secondo dio della Trinità che presiede al panteon bramanico, suole cavalcare il serpente che riempie il mare, o l'uccello Garuda. E' azzurro e fornito di quattro braccia, che tengono la clava, la conchiglia, il disco e il loto; Garuda ha il becco, ali, artigli d'aquila, e tronco e gambe d'uomo. Il becco è bianco, le ali scarlatte, e il corpo dorato. Il Mito

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges


giovedì 12 giugno 2014

IL BABAU

L'ingegnere Roberto Paudi, assistente alla direzione della COMPRAX e assessore all'urbanistica, andò sulle furie quando una sera sorprese la bambinaia Ester che, per placare un capriccio del piccolo Franco, gli diceva: -Guarda che se non fai il bravo, questa notte arriverà il Babau-.
Era intollerabile, secondo lui, che per educare i bambini si ricorresse ancora a stolte superstizioni che potevano creare nell'acerba psiche dei penosi complessi. Fece una predica alla ragazza che se ne andò piangendo e lui stesso mise in letto il figliolo il quale ben presto si quietò. Leggilo Tutto

da LE NOTTI DIFFICILI di Dino Buzzati


mercoledì 11 giugno 2014

I FIGLI DI ASSHUR

Solomon Kane si svegliò all'improvviso nell'oscurità, e afferrò le armi che giacevano su un mucchio di pelli che gli serviva da rozzo giaciglio. Non era stato il rabbioso tamburellare della pioggia tropicale sul tetto di foglie della capanna a svegliarlo, né il brontolio del tuono. Erano state delle grida di agonia emesse da un essere umano, ed era stato il fragore del ferro che aveva udito nel mezzo della tempesta tropicale. Altri Brani

da IL CICLO DI SOLOMON KANE di Robert Ervin Howard


domenica 8 giugno 2014

IL CYBORG

Introduzione

Questo secolo è insolitamente ricco di figure straordinarie e mostruose, come lo furono i secoli a cavallo tra Medioevo ed Era Moderna. Alcune di quelle forme ritornano, altre completamente nuove se ne creano nelle grandi saghe fantascientifiche della pagina scritta e dello schermo. L'atteggiamento nei confronti di questi esseri non è forse più lo stesso dell'uomo medioevale, ma che in essi sia incarnato un senso di paura non del tutto scollegato dalla preoccupazione per catastrofi ecologiche od olocausti nucleari è un ipotesi più che plausibile. Continua

da IL CYBORG di Antonio Caronia



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...