Cookies Alert



Questo Blog Contiene Cookies anche di terze parti su cui non si ha possibilità di operare. Te lo diciamo solo per romperti i coglioni, tanto l'alternativa sarebbe disdire internet e tornare al 1993.

Sound Of Kostia

Loading...

lunedì 30 settembre 2013

SULLA MONOTONA TERRA

Silvia correva ridendo attrverso lo splendore della notte, tre le rose e i cosmos e le margherite Shasta, lungo i sentieri di ghiaia e oltre i mucchi di erba odorosa appena tagliata dei prati. Le stelle, moltiplicate dagli specchi d'acqua, brillavano dovunque mentre lei le attraversava, diretta verso il pendio al di là del muro di mattoni. I cedri sostenevano il cielo, ignorando la sagoma sottile che passava di corsa, con i bruni capelli sparsi al vento e gli occhi ardenti. La Decostruzione della realtà!

da LE PRESENZE INVISIBILI vol 2 di Philip Kindred Dick

domenica 29 settembre 2013

IL PRIMO WELLS

Harris racconta che  Oscar Wilde, interrogato su Wells, rispose:"Un Giulio Verne scientifico."
Il giudizio è del 1899; s'indovina che Wilde pensò meno a definire Wells, o a mortificarlo, che passare a un altro tema. H.G.Wells e Giulio Verne sono, ora, nomi incompatibili. Tutti sentiamo così, ma l'esame delle intricate ragioni sulle quali poggia il nostri sentimento può non essere inutile. La Cospirazione Aperta di HG Wells

da ALTRE INQUISIZIONI di Jorge Luis Borges

sabato 28 settembre 2013

I SUOI CAPELLI BIONDI (romanza senza parole)

Personaggi:
Alfonso il parrucchiere
Alcide, o: il signore biondo
Garzoni di bottega, clienti, manicure

La scena si svolge nella bottega di Alfonso il parrucchiere, indicata sulla porta col solo nome di "Salone". Essa è affollata di clienti. All'alzarsi del sipario ALFONSO IL PARRUCCHIERE sta tagliando i capelli ad ALCIDE, O: IL SIGNORE BIONDO che, immerso nella lettura del "Figaro", non segue l'opera del figaro.
Leggilo Tutto

da ASPARAGI E IMMORTALITA' DELL'ANIMA di Achille Campanile

venerdì 27 settembre 2013

STORIA DELLA MAFIA

Una complessa questione storica

Chiunque scriva di mafia, e della mafia-madre che è certo quella siciliana, di solito è poco soddisfatto di quel che ha già ascoltato o letto sull'argomento. Non di rado, a torto o a ragione, pretende di saperne di più dei suoi predecessori. Una siffatta presunzione è certo un significativo sintomo dell'insoddisfazione stato dei lavori nel cantiere della ricerca sul fenomeno, un cantiere piuttosto disordinato, nel quale la stessa sovrabbondanza degli apporti provenienti da varie discipline (la storia, il diritto, la sociologia, l'antropologia, la criminologia e, all'ultimo psicologia) rende difficile l'accordo persino sulle parole e sulle definizioni fondamentali. La Top Ten

da STORIA DELLA MAFIA di Giuseppe Carlo Marino

giovedì 26 settembre 2013

IL NIPOTE DEL MAGO

La Porta Sbagliata

Questa è una storia di tanto tempo fa, quando vostro nonno era ancora bambino, ed è molto importante perché fa vedere come siano incominciati i va' e vieni dalla terra di Narnia.
In quei tempi Sherlock Holmes abitava ancora in Baker Street e i sei ragazzi Bastable cercavano tesori in piena Londra, sulla Lewisham Road. Allora gli insegnanti erano più severi di adesso e se eravate maschi vi costringevano a portare un fastidiossimo colletto inamidato. Leggi la versione Teatrale

da LE CRONACHE DI NARNIA di Clive Staple Lewis

martedì 24 settembre 2013

ASPARAGI E IMMORTALITA' DELL'ANIMA

Non c'è alcun rapporto fra gli asparagi e l'immortalità dell'anima. Quelli sono un legume appartenente alla famiglia delle asparagine, credo, ottimo lessato e condito con olio, aceto, sale e pepe. Alcuni preferiscono il limone all'aceto; anche eccellente è l'asparago cotto col burro e condito con formaggio parmigiano. Alcuni ci mettono un uovo frittellato sopra, e ci sta benissimo. Leggilo Tutto

da ASPARAGI E IMMORTALITA' DELL'ANIMA di Achille Campanile

lunedì 23 settembre 2013

STORIA DEL COLONIALISMO

1.Premessa: una storia di storie.

La storia del mondo occidentale, almeno del secolo XIV in poi, è stata tutta segnata dalla spasmodica ricerca di una via di terra che da sempre era stata irta di difficoltà. Questa panoramica sulla storia coloniale è la sintesi di una più vasta esposizione dell'argomento, che tratterà in modo approfondito la storia della via delle spezie, a cominciare da Marco Polo fino a tempi recentissimi. Continua

da STORIA DEL COLONIALISMO di Roberto Ivaldi

sabato 21 settembre 2013

SOPRA CHESTERTON

Beacuse He does not take away
the terror from the tree...
 
Chesterton, A second childhood

Edgar Allan Poe scrisse racconti di puro orrore fantastico o di pura bizzarie; Edgar Allan Poe inventò il racconto poliziesco. Ciò è altrettanto indubbio che il fatto ch'egli non combinò i due generi. Non impose al Signor Auguste Dupin il còmpito di scoprire l'antico delitto dell'Uomo della Folla o di fornire spiegazione del simulacro che folgorò, nella camera nera e scarlatta, il mascherato principe Prospero. Leggilo Tutto

da ALTRE INQUISIZIONI di Jorge Luis Borges

L'ULTIMO DEI CAPI

La coscienza si consolidò intorno a lui. Rinvenne a fatica. Il peso dei secoli lo schiacciava in maniera insopportabile. La salita fu dolorosa. Avrebbe urlato, se avesse avuto qualcosa con cui urlare. Comunque, cominciava a provare un certo sollievo.
Era già riemerso ottomila volte in quel modo, trovando sempre maggiore difficoltà. Un giorno o l'altro, sicuramente non ce l'avrebbe fatta. Un giorno o l'altro sarebbe rimasto imprigionato nel pozzo nero. Ma non quella volta. Era ancora vivo. Fra il dolore lancinante e la riluttanza si fece strada un senso di trionfo.

da LE PRESENZE INVISIBILI vol 2 di Philip Kindred Dick

venerdì 20 settembre 2013

LA RUSSIA POSTCOMUNISTA

1. Dalle rovine dell'Urss

La Russiaè nata, o meglio rinata per la sesta volta, come dicono la storia e la leggenda, nel crollo e col crollo -avvenuto attraverso una serie di implosioni- dell'URSS.
Momento di avvio è stata la solenne proclamazione dell'indipendenza fatta dal Parlamento di quella che era ancora una Repubblica federata all'Unione Sovietica, il 12 giugno 1990 quando già , al di là delle sue frontiere, praticamente tutte le altre Repubbliche dell'URSS avevano una dopo l'altro proclamato la loro decisione di trsformarsi in Stati sovrani. La Russia 1993-1999

da LA RUSSIA POSTCOMUNISTA di Adriano Guerra

giovedì 19 settembre 2013

EPILOGO

All'infuori di Emma Zunz (il cui splendido argomento, tanto superiore alla sua timida esecuzione , mi fu dato da Cecilia Ingenieros) e di Storia del guerriero e della prigioniera che si propone d'interpretare due fatti degni di fede, i racconti di questo libro appartengono al genere fantastico.
 Leggilo Tutto

da L'ALEPH di Jorge Luis Borges

mercoledì 18 settembre 2013

IL DIAVOLO DI FERRO

1.
Il pescatore allentò il coltello nel fodero. Il gesto era istintivo, perché ciò che l'uomo temeva non era qualcosa che un coltello potesse uccidere, neppure se si trattava della lama seghettata a mezzaluna degli Yuetshi, che poteva sventrare un uomo con un colpo dal basso verso l'alto. Né uomo né animale minacciavano il pescatore nella solitudine che incombeva sulla turrita isola di Xapur.
Altri Brani del Racconto

da IL CICLO DI CONAN di Robert Ervin Howard

martedì 17 settembre 2013

IL BAHAMUT

La fama di behemoth raggiunse i deserti dell'Arabia, dove gli uomini alterarono e ingrandirono la sua immagine. Da ippopotamo o elefante lo fecero pesce che si sostiene sopra un'acqua senza fondo, e sopra il pesce immaginarono un toro, e sopra il toro una montagna di rubino, e sopra la montagna un angelo, e sopra l'angelo sei inferi, e sopra gli inferi la terra, e sopra la terra sette cieli.
Il Manuale secondo Tegamini

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luid Borges

domenica 15 settembre 2013

UN PO' PER CELIA UN PO' PER NON MORIR

Interviste sensazionali

Anzitutto premetto che non amo essere intervistato: considero l'intervista un rudere del giornalismo.
Quante volte, dopo un'intervista, sono rimasto sorpreso nel vedere, il giorno dopo, stampare sul giornale, delle scemenze che io non mi ero mai sognato di dire, Leggendo quei brodi lunghi, inconcludenti, mi sono trovato, novantanove volte su cento, rimpicciolito come nella fiaba di Madama Piccinina. Dunque, per conto mio, non ci dovrebbero essere interviste, ma semplici visite cordiali, affabili, senza preconcetto di fare delle scoperte e di mettere in piazza le minuzie della vita.
I Libri di Petrolini

da FACEZIE, AUTOBIOGRAFIE E MEMORIE di Ettore Petrolini

sabato 14 settembre 2013

L'ASINO A TRE ZAMPE

Plinio attribuisce a Zarathustra, fondatore della religione che tuttora si professa dai parsi di Bombay, la composizione di due milioni di versi. Lo storico arabo Tabari afferma che le sue opere complete, eternate da devoti calligrafi, coprivano dodicimila pelli di vacca. Lo Zoroastrismo in Iran

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges

venerdì 13 settembre 2013

OMBRE A ZAMBOULA

1.
- Il pericolo si nasconde nella casa di Aram Baksh!-
L'oratore parlava con voce ansiosa e le dita ricurva sulle unghie nere si strinsero come artigli sul braccio muscoloso di Conan mentre gli forniva questo avvertimento con voce gracchiante. Era un uomo rugoso dalla pelle bruciata dal sole e dalla nera barba stopposa; le vesti lacere tradivano la sua condizione di nomade. L'esegesi dell'opera

da IL CICLO DI CONAN di Rober Ervin Howard

giovedì 12 settembre 2013

L'ALEPH

a Estela Canto
 
O God, I could be bounded in a nutshell and count myself a King of infinite space.
Hamlet. II, 2
 
Bus they will teach us that Eternity is the Standing still of the Present Time,
a Nunc-stans (as the School call it); whic neither they, nor any else understand,
no more than they would a Hic-stans for a Infinite greatness of Place.
Leviathan, IV, 46
 
L'incandescente mattina di febbraio in cui Beatriz Viterbo morì, dopo un'imperiosa agonia che non si abbassò un solo istante al sentimentalismo né al timore, notai che le armature di ferro di piazza della Costituzione avevano cambiato non so quale avviso di sigarette; il fatto mi dolse, perché compresi che l'incessante e vasto universo già si separava da lei e che quel mutamenti era il primo d'una serie infinita. Leggilo Tutto
 

martedì 10 settembre 2013

PROGENIE

Ed Doyle aveva una fretta del diavolo. Fermò un taxi di superficie, sventolò cinquanta crediti sotto il naso del roboautista, si asciugò il viso florido con un fazzoletto rosso da taschino, slacciò il colletto, continuò a sudare e leccarsi le labbra e deglutire freneticamente per tutta la strada fino all'ospedale.
La Macchina della Paranoia

da LE PRESENZE INVISIBILI vol. 2 di Philip Kindred Dick

lunedì 9 settembre 2013

SOPRA OSCAR WILDE

Menzionare il nome di Wilde significa menzionare un dandy che fu anche poeta, evocare l'immagine di un gentiluomo votato al povero proposito di stupire con cravatte e metafore. Significa inoltre evocare la nozione dell'arte come giuoco eletto o segreto - alla maniera degli arazzi di Hugh Vereker e di Stafan Geoge - e del poeta come laborioso monstrorum artifex (Plinio, XXVIII, 2). Leggilo Tutto

da L'ALTRE INQUISIZIONI di Jorges Luis Borges

domenica 8 settembre 2013

LA CINA ARCAICA

Benché l'immagine della Cina sia da tempo presente nella storia europea, essa ha assunto per lo più una dimensione esemplare - in senso positivo o negativo -,per cui rimane spesso qualcosa di indefinito. Una prima definizione ci riconduce as un'ampia area geografica dell'Asia orientale e al tempo stesso al complesso concetto storico di civiltà cinese. Se si considera l'estensione dell'attuale territorio cinese (quello della Repubblica Popolare è di circa 9.600.000 km quadrati, quello di Taiwan è di circa 36.000 km quadrati), risulta immediatamente chiara nella sua dimensione continentale. I Gesuiti alla corte del Khan

da STORIA DELLA CINA di Paolo Santangelo

IL TRUMEAU

Quando mettemmo su casa, Cecilia manifestò la tendenza a comperare, quanto a mobili, quelle camere complete, standardizzate, appena uscite dalla fabbrica, in cui ci sono invariabilmente quei tali pezzi non uno di più né uno di meno.
"Le case" le dicevo "Non si fanno così. Bisogna farle a poco a poco. E' la vita che le fa. Aspettare che capiti una occasione, che s'imponga una necessità. Oggi si compera un pezzo, fra un anno un altro". Altri brani

da ASPARAGI E IMMORTALITA' DELL'ANIMA

sabato 7 settembre 2013

L'ENIGMA DI EDWARD FITZGERALD

Un uomo, Uman ben Ibrahim, nasce in Persia, nel secolo XI nell'era cristiana (quel secolo che fu per lui il quinto dell'Egira), e apprende il Corano e le tradizioni con Hassàn ben Sabbah, futuro fondatore della setta degli Hashishin o Assassini, e con Nizam ul-Mulk, che sarà visir di Alp Arslàn, conquistatore del Caucaso.
La Scienza Araba

da ALTRE INQUISIZIONI di Jorge Luis Borges

venerdì 6 settembre 2013

IL MONDO DEI MUTANTI

1.
Quando entrò nell'appartamento, un gran numero di persone facevano rumore e creavano arcobaleni di colore. L'improvvisa cacofonia lo stordì. Consapevole dell'ondata di forme, suoni, odori, confuse chiazze tridimensionali, cercò di penetrarle, di vedere oltre. Si fermò sulla soglia. Con un atto di volontà, riuscì in qualche misura a diminuire il caos. L'assurda frenesia delle attività umane si mutò gradualmente in un insieme quasi ordinato. L'Esegesi di PKD

da LE PRESENZE INVISIBILI  VOL 2 di Philip Kindred Dick

giovedì 5 settembre 2013

STORIA DEGLI STATI UNITI D'AMERICA

1. L'America delle origini

La maggior parte degli storici ritiene che i primi abitanti delle Americhe siano state popolazioni mongole, giunte dalla Siberia 40-35.000 anni fa attraversando lo Stretto di Bering e diffusesi in tutto il continente, da cui sarebbero in seguito discesi gli indiani americani. I primi esempi di agricoltura risalgono al 7-8000 a.C. e sono riconducibili agli indigeni che coltivavano nell'attuale regione del Messico il mais selvatico, una specie di zucca e i fagioli, cosi come successivamente si fece in tutta l'America Settentrionale. I primi Americani

da STORIA DEGLI STATI UNITI D'AMERICA di Massimo Teodori

mercoledì 4 settembre 2013

L'UOMO SULLA SOGLIA

Bioy Casares portò da Londra un curioso pugnale dalla lama triangolare e dall'impugnatura a forma di H; il nostro amico Christopher Deway, del Consiglio Britannico, disse che tali armi erano d'uso comune nell'Indonesia. Il giudizio espresso lo spinse a ricordare che aveva lavorato in quel paese, tra le due guerre (ultra Auroram et Gangen, rammento che disse in latino, confondendo un verso di Giovenale).
Leggilo Tutto

domenica 1 settembre 2013

NASCERA' UNA STREGA

1.
Taramis, Regina di Khauran, si destò da un sonno infestato dagli incubi, in un silenzio che sembrava più l'immobilità delle catacombe di notte che la normale quiete di un palazzo addormentato.
Giaceva fissando l'oscurità, chiedendosi perché le candele nei loro candelabri dorati si fossero spente. Una manciata di stelle si stagliava contro la finestra  dall'intelaiatura dorata che non faceva passare alcuna luce all'interno della stanza. Leggi un altro brano

da IL CICLO DI CONAN di Robert Ervin Howard

LE ARPIE

Per la Teogonia di Esiodo, le arpie sono divinità alate, di lunga e sciolta chioma, più veloci degli uccelli e dei venti; per il terzo libro dell'Eneide, uccelli con viso di ragazza, artigli ricurvi e ventre immondo, pallidi di fame che non possono saziare. Scendono dalle montagne e insozzano le tavole dei festini. Leggilo tutto

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...