Cookies Alert



Questo Blog Contiene Cookies anche di terze parti su cui non si ha possibilità di operare. Te lo diciamo solo per romperti i coglioni, tanto l'alternativa sarebbe disdire internet e tornare al 1993.

Sound Of Kostia

Loading...

sabato 28 febbraio 2015

IL MANOSCRITTO

Fumando rabbiosamente la sigaretta turca, Gordon fissò distratto Hansen che sedeva di fronte a lui.
-Immagino che possiamo aggiungere un altro insuccesso al nostro elenco. Il levantino, Kamonos, è di certo un accolito dell'egiziano, e le pareti e il pavimento del suo negozio sono probabilmente pieni di passaggi segreti e di porte che lascerebbero sconcertato anche un mago.- Una recensione

da IL CICLO DI FACCIA DI TESCHIO di Robert Ervin Howard


venerdì 27 febbraio 2015

CRISTO MARZIANO

1
Il grande complesso dei canyon di Vallis Marineris sembrava una ferita nera su un corpo rosso. Correva per cinquemila chilometri, da est a ovest, nei pressi dell'equatore di Marte. Nel suo punto di maggiore larghezza misurava ottanta chilometri, e in quello di massima profondità sfiorava la decina. E come faceva pensare a un terribile squarcio su un corpo morto, così assomigliava anche a un centopiedi gigantesco; le gambe erano costituite dai canali che si snodavano sull'altipiano, diretti verso l'immensa spaccatura, e i peli delle gambe erano i tributari di second'ordine.
I Misteri di Marte

da CRISTO MARZIANO di Philip José Farmer


giovedì 26 febbraio 2015

SPEGNETE LA LUCE

L'Italia è un paese di canterini. Il sessantadue per cento degli adulti, ci informa la Doxa, ha l'abitudine di cantare in bagno oppure facendosi la barba. Che c'è di più distensivo di una canzonetta fischiettata nella vasca colma d'acqua calda? Questa accelera la circolazione del sangue e il sangue irrora più generosamente il cervello , attizzando mille idee nella fantasia. Siamo Tutti Latinisti

da NON SIAMO PIU' POVERA GENTE di Cesare Marchi


mercoledì 25 febbraio 2015

DESIDERI SBAGLIATI

Spesso gli uomini perseguono una felicità che basterebbe il semplice buon senso a dimostrare in partenza irraggiungibile. Tre esempi. Continua

da LE NOTTI DIFFICILI di Dino Buzzati


martedì 24 febbraio 2015

GUERRA

Notte

Interno d'una camera da letto, con un tale che dorme.

VOCE La scena si svolge in tempo di guerra. E' notte. S'ode la sirena d'allarme. I pochi passanti fuggono e le vie della città restano completamente deserte. Le ultime poche luci si spengono. Buio fitto. Ronzio di aereoplani che arrivano. Comincia il bombardamento aereo. (Effetti sonori di sottofondo.) Nell'interno dei caseggiati, le famiglie, svegliate, si buttano qualche indumento sulle spalle e  gemendo si avviano giù per le scale, per raggiungere i rifugi. Leggilo Tutto

da L'INVENTORE DEL CAVALLO di Achille Campanile


lunedì 23 febbraio 2015

ULTIMISSIME: PREZZOLINI FUGGE ALL'ESTERO

Mi scuso per il ritardo, ma trovo doveroso avvertire i lettori di una notizia straordinaria che occupava quasi l'intera pagina, e le intere seconda e terza pagina de il Giornale del 5 gennaio. Il titolo d'apertura in prima (su otto colonne) recitava: "Cervelli in fuga dall'Italia di Prodi". Che in Italia si parli da decenni di una fuga di cervelli lo sappiamo tutti, ma che nei dieci mesi del nuovo  governo il fenomeno abbia assunto proporzioni tali da costituire uno scoop non poteva indurmi a una lettura avidissima. Continua

da LA BUSTINA DI MINERVA di Umberto Eco


sabato 21 febbraio 2015

IL PELLICANO

Il pellicano della zoologia comune è un uccello acquatico di due metri d'apertura d'ali, di becco molto lungo e largo, e che ha fra le branche della mascella inferiore una larga sacca in cui ripone i pesci predati; quello della favola è più piccolo, e il suo becco è breve e acuto. Conforme al nome, il piumaggio del primo è bianco; quello del secondo è giallo e a volte verde. Ancora più singolari del suo aspetto sono i suoi costumi. Continua

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges


venerdì 20 febbraio 2015

IL FANTASMA DELLE FOGNE

1
Per tutto il giorno, Red McCune lavorava come uno schiavo. Ben Hur aveva faticato a condurre la sua bella nave a molti ponti attraverso le acque. Red lavorava a innaffiare e a spingere schifosi pezzi di sterco a un solo ponte lungo la corrente. Erano il suo peso e Red, sempre più poeta, una volta aveva chiamato i pesi fardelli. Il suo compagno, Ringo Ringold, aveva detto:-Cosa? Appendici del Futuro

da IL MONDO DI PHILIP JOSE' FARMER di Philip José Farmer


giovedì 19 febbraio 2015

CAMPIONATO DI CALCIO ovvero far l'amore non è peccato

QUADRO PRIMO
Salotto in casa di Goffredo e Jolanda (eventualmente siparietto)

GEROLAMO (steso in una poltrona, con le gambe appoggiate su un tavolinetto) Che vita da cani, però, la mia! I padroni se la spassano e io sto qui a faticare. Io sfacchio e loro si divertono.

ATTANASIO Sono lussi che si possono permettere i signori che hanno due servitori.

GEROLAMO Hanno un solo servitore e soo io. Tu dimentichi troppo facilmente che sei soltanto un mio servitore privato. I padroni mi consentono di tenere un servitore e io, da quello che essi mi pagnao, pago te. Potrei non farlo e accollarmi tutto il servizio. Continua

da L'INVENTORE DEL CAVALLO di Achille Campanile


mercoledì 18 febbraio 2015

GLI SCRIVANI

Nella immensa sala stanno, allineati, centinaia, migliaia di tavoli. Su ogni tavolo una macchina da scrivere. A ogni tavolo un uomo seduto.
In centinaia, in migliaia, stiamo scrivendo i rapporti, le storie e le favole per il Nostro Signore e Padrone. Noi siamo gli scrivani del Re. Ogni tanto passa un valletto a raccogliere i fogli già scritti. Ma non è detto che il Nostro Signore legga tutto quanto. Anzi, alcuni di noi continuano scrivere per un'intera vita senza che di quanto hanno scritto il Nostro Signore e Padrone legga neppure una riga.
I Luoghi di Buzzati

da LE NOTTI DIFFICILI di Dino Buzzati


DIVINE INVASIONI la vita di Philip K. Dick

Inroduzione

Se Eracito ha ragione -e "la natura delle cose risiede nella consuetudine di nascondersi"- allora, dove cercare la grande arte se non in un genere trash?

Perché senza dubbio c'é una differenza tra la science fiction  e tutti i tipi di letteratura leggera a lei vicini e spesso legati. E' una puttana, ma di quelle alquanto ritrose; anzi, una puttana dalla faccia d'angelo (...) I migliori romanzi di science fiction vogliono introdursi di contrabbando nel Regno Superiore [della letteratura mainstream] ma nel 99,9 per cento dei casi non ci riescono. Divagazioni sulla SF

da DIVINE INVASIONI di Lawrence Sutin


martedì 17 febbraio 2015

L' OBELISCO NERO

Non biasimatemi se parlo, questa volta, di tempi passati. Il mondo è di nuovo percosso dalla luce vivida dell'Apocalisse; l'odore di sangue e la polvere dell'ultima catastrofe non sono ancora svaniti, e già laboratori e fabbriche sono all'opera per conservare la pace mediante la creazione di armi capaci di far saltare in aria l'intero globo terrestre. Una recensione

da L'OBELISCO NERO di Erich Maria Remarque


lunedì 16 febbraio 2015

IL NEGOZIO DI ANTIQUARIATO

Ridendo come teschi sparsi al suolo
dopo guerre perdute,
al cielo levano un'eterna risata.
G.K. Chesterton

-Un negozio aperto a quest'ora!-, osservò improvvisamente Gordon.
La nebbia era calata su Londra, e nella strada silenziosa che stavamo attraversando i lampioni brillavano con l'alone rossastro tipico di quell'atmosfera. La Storia Vera di Luciano

da IL CICLO DI FACCIA DI TESCHIO di Robert Ervin Howard


domenica 15 febbraio 2015

DAL MEDICO

Sono andato dal medico per la visita di controllo semestrale: un'abitudine che ho preso da quando sono diventato quarantenne.
Il mio medico è un vecchio amico, Carlo che ormai mi conosce per diritto e per rovescio.
E' un pomeriggio infido e nebbioso d'autunno, tra poco dovrebbe arrivare la sera.
Appena entro, Trattori mi guarda in un certo modo, e sorride:
-Ma tu stai magnificamente, stai. Non ti si riconoscerebbe, a pensare che faccia tirata avevi, solo un paio di anni fa.- 60Racconti

da LE NOTTI DIFFICILI di Dino Buzzati


I NOTAI NON SI ARRABBIANO

Craxi ha dato dell'imbecille a La Malfa. Lo ha fatto durante un'intervista alla stampa, criticando "l'incommensaurabile stupidità di chi pensa che la questione palestinese ha un eco in Italia solo per ragioni strumentali di politica interna". A formulare questa accusa contro i socialisti era stata La Voce Repubblicana. Craxi e la Palestina

da NON SIAMO PIU' POVERA GENTE di Cesare Marchi


sabato 14 febbraio 2015

IL DISTRUTTORE

-Il bolg uccide tutti tranne uno!
La voce era debole, bisbigliante, sgocciolante umidità. Come la voce di un'ombra sott'acqua.
Poi la voce tuonò come un gigante nel cielo, come un razzo che esplodeva accanto al suo orecchio. Lo proiettò in alto, sempre più in alto, in mezzo al grigiore. Poi cadde dentro un pozzo le cui lucide pareti si allontanavano oblique da lui, pur restando visibili.
Ramstan non aveva mai provato tanto terrore. I Romanzi Teologici di PJ Farmer

da IL DISTRUTTORE di Philip José Farmer


venerdì 13 febbraio 2015

MONOLOGO

Lei è stufa che io stia male.
-E io sto male. Questa cosa mi cresce dentro, mi divora. Non posso dirglielo, ma lei lo vede. Guarda la gobba della cosa, o almeno credo che sia una gobba. Non posso guardare giù e vedere se lo è o no. Ma c'è. Vedo che lei la guarda.
-Nessun dolore, per adesso. Quando comincia a far male, il cancro? E io non potrò urlare. Posso dirlo a lei, ma le parole non escono come devono. E se cerco di urlare, succede qualcosa. Mi si chiude la gola. Ma quando comincia il dolore... Su Farmer

da IL MONDO DI PHILIP JOSE' FARMER di Philip José Farmer


giovedì 12 febbraio 2015

LA SPAGNOLA

QUADRO PRIMO Stanza comune in casa di Sebastiano Starna

Entrano Sebastiano e Mario, suo amico.

1.
Sebastiano e Mario.

SEBASTIANO Luisa sta preparando la valigia e tra mezz'ora partiamo. Dov'è il tuo bagaglio?
MARIO (tira fuori un involtino) Eccolo. Tanto mi trattengo un giorno solo.
SEBASTIANO Hai torto. Se sapessi come si sta bene stesi sulla spiaggia a non far niente. Continua

da L'INVENTORE DEL CAVALLO di Achille Campanile


mercoledì 11 febbraio 2015

CALCIO MERCATO ELETTORALE

Se il fattore che amministra un mio podere un giorno mi dicesse: -Lascio l'incarico, ho avuto altre offerte più allettanti-, prenderei atto con rammarico delle dimissioni e mi cercherei un altro fattore.  Di mia fiducia, ovviamente. E al dimissionario non passerebbe nemmeno per la testa l'idea di soggiungere:-Guardi, però, che il successore lo scelgo io.- Il Fu Mattia Pascal

da NON SIAMO PIU' POVERA GENTE di Cesare Marchi


martedì 10 febbraio 2015

UN OSCURO SCRUTARE

1
Una volta un tizio stette tutto il giorno a frugarsi in testa cercando pidocchi. Il dottore gli aveva detto che non ne aveva. Dopo una doccia di otto ore, in piedi un'ora dopo l'altra sotto l'acqua bollente a sopportare le stesse pene dei pidocchi, uscì e s'asciugò, con gli insetti ancora nei capelli; anzi ne aveva oramai su tutto il corpo. Un mese più tardi gli erano arrivati fin dentro i polmoni. Continua

da UN OSCURO SCRUTARE di Philip Kindred Dick


lunedì 9 febbraio 2015

LA PANTERA

Nei bestiari medievali, la parola pantera designa un animale assai diverso dal "mammifero carnivoro" della zoologia contemporanea. Aristotele aveva annotato che il suo odore attrae la maggior parte degli animali; Eliano -autore latino soprannominato Lingua di Miele per la sua perfetta padronanza del greco- dichiarò che questo odore era gradito anche agli uomini. Continua

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges


domenica 8 febbraio 2015

BOSSI NON E' UN GALLO COME ME

Con un gruppo di amici di vari paesi stiamo preparando da qualche anno un manuale destinato a educare alla tolleranza i bambini di tutto il mondo, e il primo problema è spiegare come si possa e si debba tollerare la diversità. Già, perché si deve iniziare col dire che le diversità esistono: se da un lato gli uomini hanno l'apparato cardiocircolatorio uguale, non solo hanno la pelle di colore diverso, ma persino quando ce l'hanno dello stesso colore si comportano in modo differente a seconda degli usi e dei costumi. Continua

da LA BUSTINA DI MINERVA di Umberto Eco


sabato 7 febbraio 2015

DIARIO DI UN POSTERO

ANNO 2009

7 Febbraio
Terminati i colloqui del ministro del Tesoro con i titolari dei singoli dicasteri, per i tagli della spesa. Con lodevole spirito di responsabilità, tutti hanno accettato dei sacrifici che, tanto per cominciare, comporteranno l'immediata riduzione delle biro e dei barattoli di colla sulle scrivanie dei ministeri. Chi Era Cesare Marchi?

da NON SIAMO PIU' POVERA GENTE di Cesare Marchi


venerdì 6 febbraio 2015

IL CERVELLO

Il cervello è un organo curioso. Esso controlla tutte le sensazioni del corpo, eppure può essere toccato e inciso senza provare nessuna sensazione locale. Un individuo può morire in seguito ad una leggera commozione cerebrale, mentre un altro può rimanere quasi illeso se colpito al cervello con un palanchino, riportandone solo gravi alterazioni psichiche. Epsine

di Norbert Wiener da RACCONTI DI FANTASCIENZA SCRITTI DAGLI SCIENZIATI


giovedì 5 febbraio 2015

CHI ERANO QUESTI CELTI?

L'aspetto più preoccupante del secessionismo non è la rozzezza culturale di Bossi (si incontrano personaggi assai più incolti di lui, e senza le sue indubbie doti di fantasia) ma il fatto che molta gente, e nelle aree più economicamente sviluppate del paese, accettano le sue teorie senza accorgersi che contrastano con quanto dovrebbero aver appreso a scuola. Continua

da LA BUSTINA DI MINERVA di Umberto Eco


mercoledì 4 febbraio 2015

DELITTO A VILLA ROUNG

1.
Olga, Trismegian, Fabricius, Chrisis, la Didascalia, ecc.

OLGA Signori, vogliamo passare a prendere il caffé sulla terrazza?

TRISMEGIAN E' un'idea eccellente, con questa splendida serata, mia cara futura suocera. Non si direbbe mai che siamo nei dintorni di Londra. Continua

da L'INVENTORE DEL CAVALLO di Achille Campanile


martedì 3 febbraio 2015

L'OTTUPLO SERPENTE

L'ottuplo serpente di Koshi atrocemente figura nei miti cosmogonici del Giappone. Aveva otto teste e otto code, gli occhi scuri d'un rosso ciliegia; pini e muschio gli crescevano sul dorso, e abeti sulla fronte. Nel serpeggiare, abbracciava otto valli e otto colline; il suo ventre era sempre macchiato di sangue. La Cacciata dei serpenti dal Tempio

da MANUALE DI ZOOLOGIA FANTASTICA di Jorge Luis Borges


lunedì 2 febbraio 2015

IL LUNEDI DELLE ELEZIONI

A causa delle elezioni qualcuno stanotte non ha dormito. Non alludo al militare di sentinella alle urne, prezioso deposito della volontà popolare, bensì al Candidato che, da quelle, aspetta la risposta che lo farà ascendere nel paradiso degli eletti o precipitare nell'inferno dei trombati. Intanto stanotte ha vissuto ore di purgatorio; la notte dell'Innominato, in confronto, fu il beato riposo di un bebé. VideoIntervista

da NON SIAMO PIU' POVERA GENTE di Cesare Marchi


domenica 1 febbraio 2015

LA VOCE DEL SONAR NELLA MIA APPENDICE VERMIFORME

Il biancore balenò dentro Barnes. Il biancore era come un semaforo da cui fosse caduta la lente di plastica rossa. Era di nuovo la sua risonanza. C'era troppo biancore intorno a lui. Le pareti e il soffitto del laboratorio erano bianchi come il ventre di un pesce. Il pavimento era di pseudomarmo color petto di pinguino. I due dottori indossavano camici bianchi. Cronache di Un Sole Lontano

da IL MONDO DI PHILIP JOSE' FARMER di Philip José Farmer


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...